Come è composto il sistema solare?

Scopri come è composto il sistema solare, le cui origini risalgono a milioni di anni fa, quando le particelle di gas e polvere iniziarono a unirsi, formando il sole, i pianeti e altri corpi celesti che interagiscono nello spazio.

Formazione del sistema solare

 

Il sistema solare a cui apparteniamo si trova nella Via Lattea, precisamente nel Braccio di Orione, a circa 28mila anni luce dal centro.

Questo sistema è composto da una stella luminosa chiamata Sole, da cui prende il nome, e da 8 pianeti che orbitano attorno ad essa, Mercurio, Venere, Terra, Marte, Giove, Saturno, Urano e Nettuno.

Oltre a questi, il sistema solare comprende altri corpi minori chiamati pianeti nani, Plutone, Eris, Makemake, Haumea e Cerere, asteroidi, satelliti, comete e altro ancora.

Negli angoli più remoti del sistema solare si trova la Cintura di Kuiper e la Nube di Oort, e più fuori c’è l’eliosfera, dove è possibile interagire con lo spazio interstellare.

Sole

È la stella centrale del sistema e la sua forza gravitazionale mantiene i pianeti in orbita. Ha circa 4,5 miliardi di anni e irradia luce e calore attraverso la fusione nucleare.

Mercurio

È il pianeta più vicino al Sole e il più piccolo dei pianeti interni o terrestri. Non ha satelliti naturali ed è attualmente in fase di studio.
Mercurio è uno dei quattro pianeti rocciosi solidi del sistema, come la Terra, e ha un diametro di 4.879 km al suo equatore.

Venere

È il secondo pianeta del sistema solare per distanza dal Sole e il terzo per grandezza (poiché Mercurio e Marte sono più piccoli), manca anche di satelliti naturali e il suo nome è stato dato in onore della dea dell’amore.

Venere è il secondo corpo più luminoso del sistema dopo la Luna ed escluso il Sole, quindi può essere visto dalla Terra di notte.

Terra

È il pianeta in cui abitiamo ed è al terzo posto in orbita attorno al Sole. È considerato un corpo giovane ed è classificato come metallico terrestre, come Mercurio, Venere e Marte.

La Terra è il pianeta più denso del sistema solare, grazie al suo campo magnetico e alla gravità superficiale, che sono superiori a quelli degli altri pianeti rocciosi.

Marte

Conosciuto anche come pianeta rosso, è il quarto per distanza dal Sole e il secondo più piccolo del sistema. Il suo nome fu dato grazie al Dio della Guerra.

Il colore del pianeta è dovuto all’ossido di ferro che abbonda in superficie ed è considerato tellurico per la sua atmosfera sottile in cui si trova in gran parte anidride carbonica, inoltre ha due piccoli satelliti.

Giove

È il pianeta più grande del sistema e il quinto più distante dal Sole, il suo nome è stato dato in onore del dio romano, Zeus nella mitologia greca. Come la Luna e Venere, possono essere visti nel cielo notturno, grazie alla loro luminosità.

Saturno

È il sesto pianeta per distanza dal Sole ed è riconosciuto grazie agli anelli che lo circondano, è classificato gassoso per la sua composizione ricca di elio e idrogeno. È anche conosciuto come uno dei pianeti giganti del sistema, a causa della sua mole.

Urano

Il settimo pianeta per distanza dal Sole e il terzo più grande del sistema. La sua densità di massa gli dà il quarto posto e le è stato dato il nome in onore del dio greco.

Nettuno

Questo è uno dei pianeti esterni che si trova all’ottavo posto rispetto alla distanza dal Sole e oltre ad essere gigante, per la sua posizione è ghiacciato. Come altri, prende il nome da un dio romano. Nettuno è il quarto pianeta di diametro e il terzo più grande rispetto alla sua massa.